Indietro

Invalidità civile: accertamento medico-legale

Invalidità civile: accertamento medico-legale

I benefici di legge previsti per coloro che vengono riconosciuti invalidi civili variano in funzione dell’età e del grado di invalidità e possono essere di natura economica o socio-assistenziale.

La domanda deve essere compilata sull' apposito modulo reperibile presso l'Unità Operativa di Medicina Legale o presso gli Istituti di Patronato, l'Associazione Nazionale Mutilati e Invalidi Civili di Trento e gli Sportelli periferici della Provincia Autonoma di Trento.
Su tale modulo la persona interessata dovrà riportare i propri dati anagrafici, il codice fiscale e il numero telefonico, le motivazioni dell'istanza (invalidità civile e/o collocamento mirato al lavoro ex L. n. 68/98) e fornire le dichiarazioni previste. Inoltre dovrà allegare:

  • un certificato medico in originale redatto in data non antecedente a sei mesi in cui siano attestate le principali patologie invalidanti da cui il cittadino è affetto. Tale certificato medico potrà evidenziare, nel caso di imminente pericolo per la vita della persona, la necessità di anticipare la visita medica e, nel solo caso di in trasportabilità della persona anche a mezzo ambulanza, la necessità di effettuare la visita medica al domicilio della stessa.
  • i cittadini non appartenenti alla Comunità Europea dovranno inoltre allegare la copia autentica della carta di soggiorno o del permesso di soggiorno di durata non inferiore ad 1 anno;
  • i cittadini con cittadinanza non italiana ma appartenenti alla Comunità Europea dovranno inoltre allegare la dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà attestante che la persona ha svolto o svolge attività lavorativa autonoma o subordinata, in Italia o in uno degli Stati membri della Comunità Europea, o attestante che la persona è a carico di un familiare che svolge o ha svolto attività lavorativa autonoma o subordinata in Italia o in uno degli Stati membri della Comunità Europea.
  • Possono chiedere il riconoscimento dello stato di invalidità civile tutti i cittadini residenti sul territorio della Provincia di Trento affetti da patologie invalidanti, purchè le stesse non siano già state riconosciute dipendenti da causa di lavoro, da causa di servizio, da causa di guerra o per le quali non siano state riconosciute le provvidenze economiche previste a favore dei ciechi civili e dei sordomuti. In caso di decesso avvenuto successivamente alla presentazione della domanda per il riconoscimento dell'invalidità civile e prima della effettuazione della visita medica, la domanda può essere fatta dai legittimi eredi delle persone aventi diritto
  • Nessuno

 
La persona da sottoporre a visita medica viene convocata con lettera nella quale sono indicati giorno, orario e sede della visita stessa.
Ultimo aggiornamento: 10 giu 2015