Indietro

Anestesia e Rianimazione

Anestesia e Rianimazione

Coordinatore infermieristico
  • Raffaella Morandini

Indirizzo:
via Dossi 21 - piano: Primo - 38033 - Cavalese

Telefono:

  • +39 0462 242241 Sala Operatoria
  • +39 0462 242252 Direttore
  • +39 0462 242245 Dirigenti Medici

Fax:

  • +39 0462 242336

PEC:

L'Unità Operativa di Anestesia e Rianimazione garantisce la presenza, in servizio attivo od in pronta disponibilità, di almeno un medico anestesista- rianimatore disponibile ad effettuare anestesia generale o loco-regionale per interventi di elezione e d'urgenza e consulenze, anche in emergenza, nei Reparti ed in Pronto Soccorso. Si eseguono visite pre- e postoperatorie, visite e prestazioni di terapia del dolore, sia per pazienti ricoverati che ambulatoriali.

Anestesia per interventi d'urgenza e d'elezione. Controllo del dolore postoperatorio con varie tecniche fra cui l'epidurale continua. Trattamento del dolore in travaglio di parto con epidurale (in casi selezionati) Consulenze nei reparti e in Pronto Soccorso: ripristino e sostegno delle funzioni vitali (rianimazione), broncoscopie, ventilazione non invasiva(Medicina), nutrizione parenterale, inserzione di catereri venosi centrali per chemioterapia e nutrizione. Ambulatorio di terapia del dolore dal lunedì al venerdì ore 17-18, su appuntamento concordato direttamente con l'anestesista.

Anestesia: l'attività chirurgica programmata viene svolta dal lunedì al venerdì mattina. Gli interventi urgenti si effettuano 24 ore al giorno tutti i giorni della settimana. Le prestazioni urgenti di rianimazione in Pronto soccorso, nei Reparti e Servizi (Radiologia, Dialisi...) si effettuano 24 ore su 24.

Ogni paziente che deve essere sottoposto ad anestesia viene valutato preoperatoriamente da un medico specialista in anestesista e rianimazione. Durante la visita vengono discusse con il paziente, o i familiari o chi ne fa le veci (per i minori o incapaci), i rischi, le complicanze e le possibili alternative dell'anestesia. Per la valutazione anestesiologica è essenziale che il paziente porti con sè tutta la documentazione medica in suo possesso relativa a precedenti ricoveri e interventi chirurgici, gli esami strumentali: elettrocardiogramma, ecocardiografia, scintigrafia miocardia, Holter, test da sforzo, spirometria, emogasanalisi, gli esami di laboratorio, ecc. E' necessario inoltre che porti con sè uno schema della terapia che assume abitualmente o almeno un ritaglio delle confezioni con i nomi delle medicine.

Le visite anestesiologiche per gli interventi d'urgenza vengono effettuate al letto del paziente. Le visite per gli interventi programmati (con "foglio giallo") si effettuano nei reparti dopo che il paziente ha fatto il prelievo per il laboratorio e l'elettrocardiogramma. Tali visite sono  effettuate prevalentemente il martedì e giovedì: al mattino per i pazienti di età inferiore a 65 anni, dopo le 14 per quelli di età >65 anni. Lunedì, mercoledì e venerdì le visite sono effettuate in genere dopo le 14.
Il trattamento di anestesia di ciascun paziente è pianificato e documentato su una apposita cartella anestesiologica. In essa sono annotati il tipo di anestesia, la tecnica impiegata, i farmaci con il relativo dosaggio, i parametri di monitoraggio.
Il monitoraggio consiste in un controllo continuo dello stato fisiologico del paziente durante l'anestesia, sia generale che loco-regionale (= spinale, peridurale, blocchi periferici, ecc.). Tale controllo viene effettuato sia con la valutazione clinica del paziente sia con appositi strumenti che registrano l'elettrocardiogramma continuo, la misurazione della pressione arteriosa a intervalli o continua, la saturazione in ossigeno dell'emoglobina e altri parametri ancora come, per l'anestesia generale, la concentrazione di ossigeno e anidride carbonica nell'aria inspirata ed espirata.
Sulla cartella vengono inoltre annotati i tempi: ora d'ingresso in sala operatoria, d'inizio e fine dell'anestesia e dell'intervento, di uscita dalla sala.
Le apparecchiature di anestesia e di monitoraggio, i presidi e farmaci impiegati, le tecniche praticate corrispondono a quanto raccomandato dalle associazioni di anestesisti nazionali e internazionali.
Se necessario i pazienti vengono trattenuti qualche tempo in osservazione in una sala risveglio, dotata di apparecchiature di monitoraggio e sotto la vigilanza di un' infermiera.
La decisione di dimettere il paziente dalla sala operatoria e rimandarlo in reparto è presa sempre dall'anestesista.
In reparto il paziente viene preso in carico dai chirurghi e l'anestesista presta la propria consulenza per il trattamento del dolore postoperatorio, che viene iniziato già in sala operatoria, per gli altri aspetti della terapia e per la valutazione della dimissibilità dei pazienti in day-surgery.

L'accesso all' ambulatorio di terapia del dolore (ore 17-18 lunedì-venerdì) si effettua solo su appuntamento concordato direttamente con il medico anestesista. E' necessaria l'impegnativa del medico di base o dello specialista.

Le date delle visite anestesiologiche preoperatorie per esterni (con foglio giallo) vengono fissate dal chirurgo.

Ultimo aggiornamento: 12 feb 2019