Indietro

Centro di riabilitazione neurocognitiva (CeRiN)

Centro di riabilitazione neurocognitiva (CeRiN)

Il Centro di riabilitazione neurocognitiva (CeRiN) si occupa della diagnosi e della riabilitazione dei disturbi linguistici e cognitivi causati da lesioni cerebrali. Le patologie più frequenti seguite dal CeRiN sono quelle causate da disturbi neurologici di natura vascolare (trombosi, emorragie, malformazioni, aneurismi), degenerativa (demenze, atrofie cerebrali), traumatica (traumi cranici), infiammatoria (encefaliti), neoplastica (tumori cerebrali). Sono seguite presso il CeRiN persone con lesioni cerebrali focali in fase subacuta o post-acuta in condizioni mediche stabili, che non abbiano necessità di ricovero; persone con lesioni cerebrali focali che abbiano terminato il ciclo di riabilitazione post-acuzie; persone con patologie degenerative sospette o documentate.
Il CeRiN svolge la sua attività dalle 9 alle 17, dal lunedì al venerdì, ed eroga prestazioni diagnostiche e riabilitative. Si può accedere al CeRiN su richiesta di un neurologo, fisiatra o geriatra convenzionati con l’APSS.
Prestazioni diagnostiche:
• Inquadramento dei disturbi cognitivi
• Epicrisi e redazione del programma terapeutico
• Visita di controllo di fine ciclo di riabilitazione cognitiva

Le prestazioni diagnostiche mirano ad identificare i disturbi linguistici e cognitivi dovuti a lesioni neurologiche, ed a valutare quanto incidano sulle capacità comunicative e sullo svolgimento autonomo delle attività quotidiane. Permettono anche di stabilire se esistono le possibilità di un trattamento riabilitativo e di identificare i criteri da seguire nello svolgimento del trattamento stesso.
In questo contesto, il paziente completa prove che permettono di stabilire la presenza e l’entità di eventuali disturbi di linguaggio, memoria, attenzione, calcolo, pianificazione di comportamenti, riconoscimento di volti e oggetti, ecc.
L’équipe coinvolta nella diagnosi include un neurologo ed un neuropsicologo; può includere anche uno o più riabilitatori (logopedista, fisioterapista, terapista occupazionale).


Prestazioni riabilitative:

• Trattamento intensivo di riabilitazione neurocognitiva individuale
• Trattamento estensivo di riabilitazione neurocognitiva individuale
• Trattamento estensivo di riabilitazione neurocognitiva di gruppo
In questo contesto, il paziente svolge molteplici attività rieducative, stabilite in base ai risultati emersi nelle prove per la diagnosi, e indirizzate al recupero dei suoi disturbi linguistici e cognitivi. Sono sottoposte a trattamento anche le eventuali difficoltà motorie associate ai deficit di forza.
L’équipe coinvolta nella riabilitazione include un neurologo, un neuropsicologo ed uno o più riabilitatori (logopedista, fisioterapista, terapista occupazionale).
Le prestazioni riabilitative mirano a ridurre le difficoltà linguistiche e comunicative della persona con danno neurologico e i deficit motori associati, a migliorare l’efficienza nella vita quotidiana, a prevenire complicanze determinate dal non uso della funzione danneggiata, evitando la necessità di ricoveri in ambiente ospedaliero.
Il CeRiN fa parte del Centro Interdipartimentale Mente/Cervello (CIMeC) dell’Università di Trento, ed è quindi coinvolto nella ricerca sui disturbi linguistici e cognitivi, che si svolgono sia presso le strutture del CeRiN, sia presso le strutture di Mattarello. Le persone seguite per diagnosi o per riabilitazione presso il CeRiN possono partecipare ai protocolli di ricerca in corso, dopo aver dato il loro consenso informato.

  • Le prestazioni sono erogate con le modalità previste dal Servizio Sanitario Nazionale, nel contesto di accordi fra APSS e Università di Trento

Le prestazioni del CeRiN sono ascritte all’ambito del livello di assistenza specialistico-ambulatoriale. I pazienti sono quindi tenuti, se non esenti, alla compartecipazione alla spesa secondo le disposizioni in materia di ticket.

Ultimo aggiornamento: 29 dic 2014