Indietro

Ascensori: immatricolazione e verifica

Ascensori: immatricolazione e verifica

La messa in esercizio di ascensori e montacarichi è per legge soggetta a comunicazione al Comune di competenza territoriale da parte del proprietario o del suo legale rappresentante. La comunicazione è da effettuarsi, in base al DPR 162/1999, entro 10 giorni dalla data della dichiarazione di conformità dell'impianto. Il Comune, entro 30 giorni, deve assegnare un numero di immatricolazione all’impianto e comunicarlo al proprietario o legale rappresentante e al soggetto incaricato dell’effettuazione delle verifiche periodiche. In provincia di Trento la competenza della procedura di comunicazione è del Servizio Sicurezza Impianti e Macchine di UOPSAL in virtù delle leggi provinciali di istituzione dell’Azienda Sanitaria (LP 10/1993, LP 16/2010, Delibera DG APSS 323/2012). Nella presente sezione viene indicata la procedura per l’immatricolazione e la registrazione delle relative informazioni degli impianti (ascensori e montacarichi) comunicati a UOPSAL dai proprietari.

 

Comunicazione.

Il proprietario, il legale rappresentante della società proprietaria o l’Amministratore del Condominio proprietario dell’impianto da immatricolare trasmette la comunicazione di messa in esercizio compilando il Mod. 33. “Comunicazione messa in esercizio ascensori, montacarichi e piattaforme elevatrici”, a cui va allegata copia originale della dichiarazione CE di conformità dell’impianto. Gli Enti Pubblici possono inviare la documentazione via PEC attestando che l’originale della dichiarazione CE è custodito a tempo indeterminato presso l’Ente. Medesima comunicazione va inoltrata dal proprietario anche quando vengano apportate modifiche all'impianto, per la parte modificata o sostituita, nonché al soggetto competente per le verifiche periodiche.

Il Servizio comunicherà per iscritto il numero di matricola dell'impianto e l'eventuale accettazione dell'incarico per le verifiche periodiche.  Nella comunicazione di messa in esercizio andranno inoltre indicate la ditta manutentrice dell’impianto e quella incaricata per le verifiche periodiche.

A cura del proprietario, la matricola assegnata deve essere riportata su apposita targa da esporre in cabina. Copia della comunicazione di esito deve inoltre essere allegata al libretto di impianto.

FAQ

D. In caso di installazione di un ascensore/piattaforma, elevatrice/montacarichi ecc., cosa bisogna fare?

R. Bisogna inviare tramite posta la “Comunicazione di messa in esercizio” (eventuale fac-simile sul sito) compilata e firmata allegando dichiarazione CE di conformità, entrambi in originale. Verrà di seguito inviata lettera con il numero di matricola assegnato all’impianto.

 

D. è necessario chiedere l’immatricolazione per un ascensore installato ma non utilizzato?

R. SI, al fine di rispondere alle normative attuali (con il trascorrere degli anni le norme potrebbero cambiare e l’impianto non essere più in regola). Sulla comunicazione si potranno omettere i nominativi del manutentore e del verificatore aggiungendo due righe di dichiarazione di inattività dell’impianto e l’impegno di comunicarli all’Unità Operativa Prevenzione e Sicurezza Ambienti di Lavoro al momento della riattivazione allegando copia del verbale della verifica straordinaria necessaria per la riattivazione.

 

D. Cosa bisogna fare in caso di demolizione di un ascensore?

R. Inviare all’UOPSAL il libretto d’impianto e la targhetta metallica con una dichiarazione   di avvenuta demolizione. Se libretto e/o targhetta mancano, dichiarare “smarrito o distrutto nella demolizione”.

Per la richiesta utilizzare l’apposito modulo riportato nella sezione documenti.

  • Proprietario o legale rappresentante dell'impianto.
  • Per l'immatricolazione nessun costo.
  • Per le verifiche periodiche: impianti fino a 5 fermate: € 95,00 + € 10,00 per ogni fermata oltre la quinta + IVA 21%.

Prestazione soggetta a fatturazione.