Indietro

Materiali ed oggetti destinati al contatto con alimenti (MOCA)

Materiali ed oggetti destinati al contatto con alimenti (MOCA)

Con il D.Lgs. 29 del 10 febbraio 2017 viene introdotto un nuovo adempimento secondo cui gli Operatori economici del Settore dei materiali ed oggetti destinati al contatto con alimenti devono comunicare all’Autorità sanitaria territorialmente competente, gli stabilimenti/sedi operative che eseguono attività di produzione, trasformazione e distribuzione (all’ingrosso) di tali materiali.

Entro quando deve essere effettuata la Comunicazione:

• per le aziende già attive, la comunicazione dovrà essere effettuata entro 31/07/2017

• per le nuove aziende o per le comunicazioni di variazioni o cessazioni, la comunicazione dovrà essere effettuata contestualmente all’inizio o variazione dell’attività.

Cosa si intende per materiali ed oggetti destinati al contatto con alimenti:

• articoli per imballaggio (cartoni, cartoni accoppiati, imballaggi riscaldanti/raffreddanti, imballaggi "intelligenti", films, rotoli, vaschette, sacchetti di carta, involucri, tetrapack, scatolette di latta, cassette per ortofrutticoli, cartavelina per frutta etc)

• contenitori/ recipienti destinati alla conservazione/lavorazione domestica di alimenti e bevande (bottiglie, boccette, barattoli, portaliquori, fiaschi, biberon, caraffe, termos, vasetti vetro, terrine etc)

• recipienti per cottura (pentole, teglie, casseruole, pirofile, saltapasta, tortiere, pirottini per pasticceria, padelle, teiere, caffettiere, bollilatte etc)

• tappi, coperchi, capsule e dispositivi di chiusura di contenitori (guarnizioni, tappi, coperchi, succhiotti, etc) • utensili e articoli per la tavola e la cucina (Ad es: forchette, cucchiai, mestoli, ramaioli, coltelli, mattarelli, scolapasta, piatti,vassoi, scodelle, tazzine, terrine, grattugie, affettamela, imbuti, pennelli, schacciapatate, fruste, pinze, palette, schiumarole, tagliauovo, carta assorbente da cucina, tovaglioli etc)

• accessori e parti di apparecchi di cottura quali forni, barbecue, etc (graticole, vassoi, griglie, piastre, teglie, utensili per barbecue, etc)

Come effettuare la comunicazione

L’interessato dovrà compilare con cura tutte le parti del modulo; la Comunicazione, nel caso in cui non possa essere sottoscritta in presenza di un addetto dell’Apss, deve essere corredata di copia di un documento di identità del sottoscrittore. La Comunicazione deve essere fatte pervenire dall’interessato all’U.O. Igiene e Sanità Pubblica e potrà essere inviata:

a) per posta o consegnata personalmente all’U.O. Igiene e Sanità Pubblica – Palazzina A – Viale Verona - 38123 Trento

b) via mail all’indirizzo igienepubblica@pec.apss.tn.it

c) per fax al n. 0461/904697

  • Operatori economici che producono, stampano, trasformano, assemblano e distribuiscono all’ingrosso (compresi gli importatori) materiali e oggetti destinati al contatto con alimenti.
  • Fino ad eventuali diverse disposizioni, gli operatori non devono pagare diritti sanitari in relazione a tale comunicazione
Ultimo aggiornamento: 14 lug 2017