Indietro

Medicina Nucleare

Medicina Nucleare

Dirigente Farmacista
Coordinatore tecnico
  • Floriana Annese

Indirizzo:
largo Medaglie d'Oro 9 - piano: 1 - 38122 - Trento

Telefono:

  • +39 0461 903236
  • +39 0461 903132

Fax:

  • +39 0461 903126

Email:

PEC:

Le indagini di Medicina Nucleare rientrano nelle prestazioni della Diagnostica per Immagini e consentono di ottenere informazioni funzionali utili a comprendere lo stato di malattia e decidere il trattamento appropriato.

A differenza di quelle della Radiologia:

  • esse non sono mai invasive (per lo più prevedono una iniezione in vena con “sofferenza” per il Paziente del tutto analoga a quella di un prelievo di sangue);
  • si utilizzano, rispetto alla Radiologia (che impiega raggi X), radiazioni ionizzanti di tipo ß e y che vengono “fotografate” nel loro percorso nel corpo del Paziente mediante apparecchiature simili a quelle della radiologia convenzionale;
  • le radiazioni che vengono somministrate al paziente per gli esami di diagnostica sono sotto forma di “radiofarmaco” (nella U.O. lavora anche un Radiofarmacista) il quale non è dotato di effetti terapeutici, è sicuro, non provoca effetti collaterali o allergenici e serve solo per studiare un processo fisiologico o patologico;
  • eseguiamo anche prestazioni di terapia radiometabolica (altrettanto molto limitati gli effetti collaterali) ed essa, a sua volta, è del tutto non invasiva;
  • le dosi di radiofarmaco che si utilizzano sono basse, adeguate alla superficie corporea del paziente, allestite e controllate per ogni singolo soggetto. Inoltre, i locali nei quali avviene la preparazione della dose sono a norma di legge e paragonabili ai laboratori delle Farmacie ospedaliere.

Analogamente alle indagini della Radiologia, anche quelle della Medicina Nucleare sono regolamentate da leggi e decreti che tutelano tutte le persone che vengono sottoposte a radiazioni a scopo medico. Tra queste norme è ben sancito che la responsabilità è anche del medico che prescrive l’esame il quale deve riportare ben chiaro, sull’impegnativa un preciso quesito clinico. In qualche caso, il Medico Nucleare può decidere che l’esame non è appropriato, o che, per quel quesito, va eseguita una differente indagine. A tale scopo, per alcune indagini viene chiesto, a priori, al Medico richiedente, di compilare un apposito modulo per la richiesta all’esame, dove viene spiegato il motivo per cui è necessario effettuare la prestazione. Tutte le indagini che comportano radiazioni devono seguire il principio della valutazione di costo (esposizione alle radiazioni) / beneficio (vantaggio per la malattia del paziente).

Secondo i criteri di appropriatezza, che sono scopo fondamentale della nostra attività e che, quindi, tutelano tutta la popolazione dalla esposizione immotivata alle radiazioni ionizzanti, questo Servizio:

-  aderisce a slow medicine (vedasi documenti allegati) ed ha prodotto un manifesto che riassume, nella locale realtà trentina, quelle che possono essere le richieste inappropriate o da mettere in discussione, ma, soprattutto, vuole coinvolgere il cittadino nella scelta consapevole all’esame “giusto”;

- si avvale, per le indicazioni appropriate, delle maggiori linee guida nazionali ed internazionali. In particolare, in ambito della diagnostica PET-TC di uso in campo oncologico sono seguite le linee guida dell’Associazione Italiana di Oncologia medica (AIOM: http://www.aiom.it/professionisti/documenti-scientifici/linee-guida/1,413,1,) e le linee guida americane NCCN (National Comprehensive Cancer Network: https://www.nccn.org/professionals/physician_gls/default.aspx);

- prende parte regolarmente a pressoché tutti i consulti multidisciplinari che vengono effettuati presso questa Azienda Sanitaria, anche allo scopo di condividere con il collega richiedente la decisione all’esame medico-nucleare quando esso non è riportato nelle indicazioni standard, ma necessario per assolvere a specifico problema clinico.

La prestazione diagnostica, sia essa di scintigrafia, che esame PET-TC, si svolge secondo le seguenti modalità:

valutazione da parte del medico specialista della effettiva necessità e congruità dell'indagine; comunicazione al paziente delle peculiarità delle procedure medico-nucleari; somministrazione del radiofarmaco indicato per l'esame; esecuzione dell'indagine o in concomitanza alla somministrazione o dopo un periodo “tecnico” di attesa legato alla specifica farmacocinetica del radiofarmaco in rapporto all'organo od apparato oggetto dell'accertamento; dimissione del paziente; valutazione dei reperti; preparazione del referto; invio del referto al sistema FAST TREC.

Sono disponibili presso questo Servizio (per la lista completa vedasi SERVIZI O PRESTAZIONI AL CITTADINO e la “carta dei servizi” nei documenti allegati):

  • prestazioni scintigrafiche e PET, utili nelle più svariate patologie (oncologiche, cardiologiche, endocrinologiche, internistiche e chirurgiche) al fine di ottenere informazioni funzionali per scopi diagnostici, prognostici e terapeutici, ricorrendo all'utilizzo di sorgenti non sigillate emittenti radiazioni ionizzanti legate a molecole vettrici (radiofarmaci). Si eseguono tutti i tipi di scintigrafia convenzionale (incluse le indagini SPET/TC e le marcature cellulari es. scintigrafia con leucociti marcati) e le indagini PET-TC con 18F-FDG, 18F-colina,18F-dopa, 18F-tirosina, 68Ga-DOTA-TOC.
  • trattamenti terapeutici tramite la realizzazione di un effetto biologico selettivo terapeutico su organi e tessuti interessati da processi patologici; Tutte le indagini sono di tipo ambulatoriale e non richiedono ricovero.

Modalità di accesso:

  • con prescrizione medica riportante la prestazione richiesta, il quesito clinico, le dovute esenzioni su codici di patologia e/o reddito e la priorità attribuita;
  • su appuntamento da fissare direttamente o per via telefonica presso l'Unità Operativa per la maggior parte degli esami (orari: dal lunedì al venerdì dalle 10,00 alle 12,00 e dalle 14,00 alle 15,30; accesso allo sportello dal lunedì al venerdì dalle 8,00 alle 15,30)
  • con uso di modulistica compilata e firmata dal medico richiedente per alcune prestazioni complesse (es. PET-TC; SPECT con DatScan), per cui vedasi moduli nella sezione “documenti”
  • Modalità di ricevimento degli informatori scientifici: I signori informatori vengono ricevuti presso lo studio del Direttore - Medicina nucleare I° piano - il primo mercoledì del mese dalle ore 11,30 alle ore 12,30 previa prenotazione telefonica con la Segreteria (tel. 0461 903132).

 

Ultimo aggiornamento: 20 dic 2018