Indietro

PagoPa informazioni utilizzo

PagoPa informazioni utilizzo

informazioni su PagoPa

COS’E’ PAGOPA?

PagoPA è un sistema per rendere più semplici, sicuri e trasparenti tutti i pagamenti verso la Pubblica Amministrazione. PagoPA è adottato obbligatoriamente da tutte le Pubbliche Amministrazioni e dagli altri soggetti obbligati per legge e da un numero crescente di Banche e di istituti di pagamento (Prestatori di Servizi a Pagamento - PSP).

E’ in attuazione a una disposizione normativa (Codice dell’Amministrazione Digitale).

PagoPA nasce per specifici motivi:

● incrementare l’uso di modalità elettroniche di pagamento a livello di sistema Paese;

● rendere il cittadino libero di scegliere come pagare, dando evidenza dei costi di commissione;

● standardizzare a livello nazionale le modalità elettroniche di pagamento verso gli Enti Pubblici Creditori.

COME POSSO PAGARE CON PAGOPA?

PagoPA non è un sito dove pagare, ma un sistema di pagamenti standard adottato da Banche e altri istituti di pagamento. Si possono effettuare i pagamenti direttamente sul sito www.apss.tn.it => SERVIZI ON LINE PAGO PA, ovvero:

● presso le agenzie della tua banca;

● utilizzando l’home banking della tua banca (dove trovi i loghi CBILL o pagoPA);

● presso gli sportelli ATM della tua banca (se abilitati);

● presso i punti vendita di SISAL, Lottomatica e ITB;

● presso le Poste, se il canale è attivato dall’Ente Creditore che ha inviato l’avviso.AL MOMENTO APSS NON HA ANCORA ATTIVATO IL CANALE POSTE PAGO PA MA E’ IN VIA DI RILASCIO.L’avviso di pagamento non contiene ancora il bollettino poste Pago Pa.

COS’E’ UN AVVISO DI PAGAMENTO?

E’ il documento che contiene le informazioni minime necessarie ad effettuare un pagamento sulla piattaforma PagoPA. I campi dell’Avviso di pagamento sono definiti da Agenzia per l’Italia Digitale (AgID) come segue:

● Ente creditore- riporta tutti gli estremi della Pubblica Amministrazione a cui è destinato il pagamento;

● Intestatario – riporta i dati del cittadino/impresa che effettua il pagamento;

● Informazioni di pagamento – contiene il Codice dell’avviso formato dai tre campi che indicano l’Ente beneficiario e dallo IUV ( Identificativo Unico di Pagamento ), l’importo e la scadenza dell’avviso ( che può non coincidere con la scadenza del dovuto );

● Dettaglio importi – la causale del versamento e l’importo;

● Disponibilità del servizio e modalità di pagamento; dove si rinvia all’indirizzo del portale dei pagamenti per effettuare il pagamento on line oppure per il pagamento tramite Poste attraverso l’utilizzo del nuovo bollettino PA bianco “TD123” il numero di conto corrente postale da utilizzare.

● Codice a barre – per l’acquisizione dei dati attraverso lettura ottica;

● Codice QR – per l’acquisizione dei dati attraverso lettura ottica;

● Gli elementi contenuti nell’avviso consentono di effettuare il pagamento attraverso la più ampia rete di modalità e intermediari finanziari.

CHI GENERA L’AVVISO DI PAGAMENTO?

L’avviso di pagamento in suo possesso è stato emesso dall’Azienda Sanitaria per richiedere il pagamento di un dovuto;

COS’E’ IL CODICE DELL’AVVISO?

E’ il codice riportato nell’avviso di pagamento nel riquadro denominato “Banche ed altri canali”.

COS’E’ LO IUV?

L’Identificativo Univoco di Versamento (IUV) è un numero, conforme per formato agli standard stabiliti da AgID (Agenzia per l’Italia Digitale), può essere generato solo dall’Ente creditore e costituisce l’elemento identificativo delle operazioni che transitano su PagoPA. Il codice IUV è univoco: ad un pagamento può corrispondere uno ed uno solo IUV.

DOVE TROVO ALTRE INFORMAZIONI SU PAGOPA?

Altre informazioni su PagoPA possono essere trovate all’indirizzo:

https://docs.italia.it/italia/pagoPA/pagoPA-docs-faq/it/stabile/index.html

Si tratta delle FAQ nazionali di PagoPA, utili a rispondere a domande generali che i cittadini possono fare su commissioni, perchè usare PagoPA, dove e come pagare, ecc..

LATO CITTADINO/UTENTE

PERCHE’ PAGARE ONLINE?

Le somme dovute dai cittadini alla Pubblica Amministrazione gestite attraverso il nodo PagoPA possono essere pagati direttamente on-line. Lo sportello telematico di pagamento permette:

● di pagare a qualunque orario del giorno ( senza dipendere dagli orari di apertura degli sportelli);

● di pagare comodamente da casa;

● di scegliere l’intermediario finanziario più conveniente;

● di scegliere la modalità di pagamento più comoda (carta di credito, addebito in conto).

CHE COS’E’ MYPAY?

È la piattaforma di pagamento conforme pienamente al sistema PagoPA ed alle linee guida AgID che ha scelto la Provincia autonoma di Trento, per sé e per i suoi enti strumentali, a seguito di un’attività di comparazioni di soluzioni tecnologiche operanti in altri Enti a livello nazionale.

QUALI SONO I COSTI PER I CITTADINI CHE UTILIZZANO LA PIATTAFORMA MYPAY?

I costi che sostengono i cittadini/imprese che utilizzano la piattaforma MyPay sono esclusivamente quelli richiesti dal PSP prescelto per la transazione finanziaria e sono indicati in maniera trasparente sulla pagina web al momento della scelta dello stesso PSP.

La Provincia autonoma di Trento NON richiede all’utente alcun importo aggiuntivo per il pagamento tramite piattaforma MyPay/Sistema PagoPA.

CI SONO DIFFERENZE DI COSTO TRA I DIVERSI PRESTATORI DI SERVIZI A PAGAMENTO?

Sì. Ogni istituto che gestisce in pagamenti con pagoPA (Prestatori di Servizi a Pagamento) può applicare autonomamente differenti costi/commissioni, a seconda delle proprie politiche commerciali e delle condizioni contrattuali dell’utente. Prima di effettuare il pagamento è possibile verificare le commissioni applicate dal Prestatore di servizi di pagamento.

PERCHE’ DEVO PAGARE LE COMMISSIONI?

Le commissioni per la gestione del pagamento sono causate da alcuni costi di servizio che i PSP – Prestatori di Servizi di Pagamento sostengono per garantire un servizio di qualità: ad esempio, la continuità di erogazione h24x365, i tempi di esecuzione delle transazione che devono essere molto bassi, costi dei circuiti internazionali nel caso di pagamento con carta di credito, sicurezza e servizi anti-frode, affidabilità dell’infrastruttura, etc.

CHE SUCCEDE SE IL PAGAMENTO NON VA A BUON FINE?

Se il pagamento non si dovesse chiudere correttamente la procedura non si completa e non rilascia ricevuta. Se la procedura si completa, ma è la transazione finanziaria a non andare a buon fine ( per esempio per mancanza di disponibilità sulla carta di credito ) sulla ricevuta telematica, che verrà inviata all’indirizzo e-mail indicato, sarà riportato in alto a destra “PAGAMENTO NON ESEGUITO”. La ricevuta in tal caso non ha valore liberatorio del dovuto.

CHI GARANTISCE LA SICUREZZA DELLA TRANSAZIONE FINANZIARIA ESEGUITA VIA WEB?

La transazione finanziaria è gestita direttamente dal PSP prescelto dall’utente, è lui che ne assicura gli standard di sicurezza.

COME SI DIMOSTRA DI AVER EFFETTUATO IL PAGAMENTO?

All’esito positivo della transazione finanziaria, il PSP invia per mail la RT ( ricevuta telematica ) con efficacia liberatoria per l’utente, del pagamento effettuato. La Ricevuta Telematica riporta nel primo campo in alto a destra l’esito dell’operazione con la dicitura “PAGAMENTO ESEGUITO”. L’effetto liberatorio della posizione debitoria sottostante si realizza esclusivamente quando si procede al pagamento di avvisi ricevuti dalla Pubblica Amministrazione, nei quali il codice IUV sia stato predeterminato dall’Ente beneficiario; mentre, nel caso che il debitore inserisca in autonomia l’importo da versare, generando egli stesso tramite la procedura un codice IUV, non potrà sussistere il valore liberatorio della posizione debitoria sottostante, qualora l’importo versato non corrisponda a quanto dovuto.

COS’E’ LA RICEVUTA TELEMATICA?

La Ricevuta Telematica è la prova dell’avvenuto pagamento. I primi due campi in alto riportano l’importo pagato e l’esito con la dicitura “PAGAMENTO ESEGUITO” e via via nei campi a seguire i dati relativi all’Ente beneficiario; al Soggetto Intestatario del dovuto, all’Istituto Attestante il pagamento ( PSP ) ed al dovuto pagato ( Identificativo del dovuto, Importo pagato, Data pagamento e Causale di versamento ). Viene inviata per e-mail dopo che il PSP conferma il buon fine della transazione finanziaria. Di norma l’invio della RT avviene entro le 24 ore dall’esecuzione del pagamento.

DOPO QUANTO TEMPO ARRIVA VIA EMAIL LA RICEVUTA TELEMATICA?

La ricevuta viene generata dal sistema PagoPA, dopo la conferma da parte del PSP del buon fine della transazione finanziaria sottostante. I tempi quindi dipendono dal PSP, di norma linvio della RT avviene entro le 24 ore dal pagamento.

Ultimo aggiornamento: 13 mar 2020