Indietro

Pronto Soccorso

Pronto Soccorso

Servizio online: stato pronto soccorso

Il Pronto soccorso  presta le cure e pratica le attività diagnostiche necessarie ai pazienti che presentano patologie acute, nei tempi adeguati alle necessità di ciascuno, con l'obiettivo primario di salvaguardare la vita dei pazienti e impedire, quando possibile, gli esiti invalidanti.

L'accesso al Pronto soccorso segue un percorso predefinito, che inizia con la valutazione del paziente da parte di un infermiere adeguatamente formato (TRIAGE) e prosegue con la visita, gli eventuali accertamenti e trattamenti, se necessario un periodo di osservazione e infine la dimissione a domicilio o il ricovero.

Attività

Presta cure immediate ai pazienti in condizioni critiche; fornisce le prestazioni urgenti che non possono essere erogate da altri operatori (medici di base, ambulatori polispecialistici...) e comunque non rinviabili; per tali casi urgenti ha a disposizione tutti i servizi diagnostici dell’ospedale ai quali è strutturalmente e funzionalmente collegato; decide se il paziente deve essere ricoverato d'urgenza, in quale struttura e reparto.

Non svolge attività che la legge attribuisce ad altri operatori (medicina di base, servizi territoriali ....); non interviene per abbreviare tempi d'attesa o, comunque, per facilitare prestazioni di altre strutture sanitarie, se eventi clinici acuti non lo impongono.

TRIAGE

Ha lo scopo di individuare il codice di gravità per ciascun paziente, in modo tale da stabilire la priorità di accesso alla visita in base alle condizioni e alla possibile evoluzione del quadro clinico. Il triage è un sistema riconosciuto a livello internazionale e regolamentato da normative dedicate. A ciascun paziente viene assegnato un codice colore.

  • ROSSO

Viene assegnato quando le funzioni vitali sono alterate, con pericolo di vita. Tutti gli operatori sono al servizio della persona con tutta la tecnologia a loro disposizione; la restante attività è bloccata o ridotta all'indispensabile.

  • GIALLO

Viene assegnato quando le funzioni vitali sono mantenute, ma esiste il pericolo di un aggravamento dei sintomi; oppure vi è uno stato di sofferenza importante e/o insorto acutamente. Le prestazioni necessarie sono erogate nel più breve tempo possibile.

  • VERDE

Viene assegnato quando l'utente presenta situazioni meritevoli di controllo ma le condizioni del quale non sono critiche nè acute. Viene garantita la prestazione appena possibile, ma solo dopo che gli operatori hanno risolto tutti i casi più urgenti.

  • BIANCO

Viene assegnato in situazioni che dovrebbero essere affrontate rivolgendosi in prima istanza al proprio medico di famiglia e poi, se necessario, a strutture ambulatoriali non dedicate all'urgenza. La prestazione è comunque garantita, ma i tempi di attesa possono essere lunghi e non prevedibili. A questi pazienti vengono fornite indicazioni circa i percorsi alternativi (Guardia Medica, Medico di Base) che avrebbero potuto seguire.

  • Ticket di pronto soccorso

Dal 1° agosto 2016 sono introdotte alcune novità e modifiche riguardanti la corresponsione del ticket per l’accesso al Pronto Soccorso. Ferme restando le disposizione di cui alla Delibera G.P. n. 1788/2011, con Delibera della G.P. n.1095/2016 viene stabilito che:

Sono SOGGETTI alla compartecipazione di massimo 50 euro gli accessi al Pronto Soccorso con codice bianco e verde, effettuati da cittadini titolari di esenzione per patologia o condizione soggettiva, o donne in stato di gravidanza a cui seguano consulenze specialistiche e/o indagini diagnostiche e strumentali. La compartecipazione non è dovuta per le prestazioni specialistiche previste dai profili di esenzione dei regolamenti ministeriali, ossia malattie croniche, malattie rare e stato di gravidanza e tutela della maternità limitatamente alle prestazioni specialistiche correlate alle specifiche malattie/condizioni così come previsto dalla normativa vigente (DM 329/1999 – DM 279/2001 – DM 10/9/1978)

Sono ESENTI da compartecipazione gli accessi al Pronto Soccorso con codice bianco e verde che avvengono per:

Traumatismi (frattura, lussazione o ferita trattata con sutura o colla biologica, o applicazione di apparecchio gessato o altro dispositivo di immobilizzazione permanente); Conseguenti a presenza di corpo estraneo oculare.

Violenza sulle donne, l’esenzione è estesa anche agli uomini vittime di violenza sessuale o domestica, se è stata presentata formale denuncia.

Casi di accesso al Pronto Soccorso causati da "violenza altrui", a condizione che la vittima di violenza presenti denuncia alle competenti autorità entro i successivi 30 giorni (esenzione sia sull'accesso al PS che sulle eventuali prestazioni di assistenza specialistica ambulatoriale).

Su invio da parte del Medico di Medicina Generale o di Continuità assistenziale, purchè lo stesso avvenga entro il giorno successivo alla data della prescrizione su ricettario standardizzato SSN (Servizio Sanitario Nazionale). Il medico deve in questo caso motivare nella prescrizione l’urgenza dell’invio al Pronto Soccorso.

Soggetti presi in carico dai Centri di salute mentale o dalle UU.OO. di psichiatria che accedono al Ps con ambulanza con grado alcolemico superiore a 1,5 g/l.

gli infortuni sul lavoro riconosciuti dall’INAIL;

gli accessi seguiti da ricovero o da decesso del paziente;

i pazienti accolti in osservazione breve in pronto soccorso o in reparto;

i pazienti inviati da un altro pronto soccorso.

I pazienti con età inferiore ai 14 anni;

persone con una percentuale invalidità superiore al 67%;

esenti per motivi di reddito.

Ricapitolando , si possono pertanto riassumere le seguenti situazioni di compartecipazione:

Il codice Triage Bianco prevede per i cittadini non esenti la corresponsione di: Ticket max € 25,00 (fisso) per accesso non seguito da prestazioni di ass. specialistica; Ticket max € 75,00 (€ 25,00 fisso + € 50,00 max) per accesso seguito da prestazioni di ass.specialistica

Il codice Triage Verde prevede per i cittadini non esenti la corresponsione di: Ticket per accesso non seguito da prestazioni di ass. specialistica € 0; Ticket max € 50,00 per accesso seguito da prestazioni di ass. specialistica

Nessun ticket è dovuto dagli esenti totali con codice Triage Bianco e Verde Il codice Triage Bianco e Verde prevede per i cittadini esenti parziali (per prestazioni non contemplate dal profilo esenzione) la corresponsione di: Ticket max € 50,00 per accesso seguito da prestazioni di ass. specialistica; Ticket per accesso non seguito da prestazioni di ass. specialistica € 0.

Ultimo aggiornamento: 14 mar 2019