Indietro

Ricetta farmaceutica dematerializzata

Ricetta farmaceutica dematerializzata

RICETTA FARMACEUTICA

Il trattamento delle ricette farmaceutiche avveniva finora tramite la presentazione al farmacista da parte degli assistiti della tessera sanitaria e delle impegnative stampate su modulo rosso del Poligrafico dello Stato.

Con deliberazione n. 2409/2013 della Giunta Provinciale della PAT da inizio dicembre 2013 si prevede che in Trentino la ricetta farmaceutica venga prodotta sia con la modalità della ricetta rossa o con un analogo documento cartaceo su carta bianca chiamato promemoria. Inoltre si attiva una nuova modalità relativa alla ricetta farmaceutica digitale completamente dematerializzata senza supporto cartaceo; il prerequisito all’utilizzo di tale modalità è l’espressione del consenso specifico alle farmacie del territorio trentino per l’accesso alle ricette dell’assistito tramite l’esibizione della sola tessera sanitaria del cittadino.

E' possibile avere maggiori chiarimenti consultando le seguenti FAQ (Domande Frequenti) suddivise per argomento:

Consenso

  1. Cos’è il consenso alle farmacie?
    E’ la possibilità che queste possano accedere alle mie ricette farmaceutiche non ancora consumate , utilizzando la sola tessera sanitaria
     
  2. A chi posso dare il consenso?
    Il consenso può essere rilasciato, previa specifica informativa, dagli assistiti alle farmacie, al proprio medico di medicina generale/pediatra; inoltre il cittadino può aggiornare il consenso quando vuole accedendo via web all’apposito sito di APSS
     
  3. Quando scade il consenso?
    Il consenso dato non ha scadenza, ma può essere modificato in qualsiasi momento.
     
  4. Come posso modificare il consenso?
    Il consenso può essere modificato in valore positivo da farmacie, MMG/PLS ed i singoli cittadini. Può essere modificato in senso negativo da MMG/PLS e cittadini. Può essere modulato sulle singole farmacie (max 3) solamente dai singoli cittadini
     
  5. I farmacisti raccolgono il consenso solamente per la propria farmacia?
    No il consenso raccolto in farmacia è valido per tutte le farmacie convenzionate della Provincia di Trento
     
  6. I MMG/PLS possono indicare specifiche farmacie solamente per le quali vale il consenso?
    No come per le farmacie i MMG/PLS possono raccogliere il consenso per tutte le farmacie
     
  7. Per dare il consenso devo firmare una carta?
    Non è necessario, il consenso può essere espresso in forma orale e senza modulo cartaceo.
     
  8. Per dare il consenso alle farmacie devo avere già espresso il consenso privacy?
    No il consenso alle farmacie è slegato e non dipendente dal consenso privacy
     
  9. Se do il consenso in farmacia, possono consegnarmi i farmaci di ricette già emesse dal medico?
    Il consenso è retroattivo per 30 giorni. Se in tale periodo ho ricette da erogare queste sono messe a disposizione del farmacista.
     
  10. Posso dare il consenso anche se il medico non ha ancora adeguato il proprio software e quindi ha stampato ricette rosse?
    Si posso dare il consenso anche se il MMG/PLS non ha ancora aggiornato il proprio programma
     
  11. Se cambio medico devo ridare il consenso?
    No il consenso in questo caso è specifico per la condivisione delle ricette farmaceutiche tra SSP e farmacie; è differente rispetto al consenso generale privacy che permette la condivisione del trattamento dati tra il proprio medico di medicina generale e l’APSS che in caso di cambio medico deve essere riespresso dal cittadino al nuovo medico.
     
  12. Il consenso lo possono dare anche cittadini non residenti in Provincia di Trento?
    No, il consenso può essere espresso e gestito solo per gli iscritti all’anagrafe degli assistiti della PAT
     
  13. Il personale di farmacia può togliere il consenso?
    No il personale della farmacia può solamente raccogliere il consenso positivo, solo il cittadino via web nel sito APSS può aggiornare il proprio consenso.
     

Promemoria

  1. A cosa serve?
    Serve ad ottenere i farmaci se non ho espresso il consenso alle farmacie.
     
  2. Se lo perdo come posso averne una copia?
    Si possono fare copie del promemoria, richiedendole al medico che lo ha emesso
     
  3. Posso fotocopiarlo?
    Si si può fotocopiare anche se è utilizzabile una sola volta
     
  4. Posso usarlo più volte?
    No si può utilizzare una sola volta, poiché quando i farmaci vengono consegnati all’assistito in farmacia, la relativa ricetta con lo specifico NRE (numero di ricetta elettronica) viene considerata consumata e di fatto non è più usabile.
     
  5. E’ obbligatorio avere sempre il promemoria per avere i farmaci?
    Se ho dato il consenso non è obbligatorio, posso in ogni caso dare il consenso nel momento in cui sono in farmacia e ritirare i farmaci senza promemoria
     
  6. Perché il medico ha fatto la ricetta rossa invece del promemoria?
    Può essere che il software del medico proscrittore non sia aggiornato, che il medico nel momento in cui ha fatto la ricetta non era connesso telematicamente col sistema APSS o che il sistema centrale non fosse funzionante.
     
  7. Come utilizza il promemoria la farmacia?
    La farmacia legge il codice NRE del promemoria, se vengono erogati viene distrutto, se i farmaci non vengono erogati viene restituito al proprietario
     
  8. Per quali farmaci non è possibile avere il promemoria?
    Non è possibile avere il promemoria per i farmaci per la terapia del dolore, stupefacenti, ossigeno, galenici,etc. e per i farmaci in classe C (quelli che il cittadino paga interamente)
     
  9. Posso avere il promemoria per prestazioni specialistiche?
    No non ancora al momento, prossimamente il sistema verrà esteso con modalità analoghe anche alla ricetta per prestazioni specialistiche, tramite l’interconnessione telematica su tutto il territorio nazionale dei medici prescrittori e degli erogatori di prestazioni ambulatoriali.
     
  10. La farmacia può rifiutarsi di consegnare i farmaci perché non ho la ricetta rossa?
    Dal 3 dicembre la farmacia è tenuta ad accettare il promemoria o la ricerca per tessera sanitaria ed erogare di conseguenza i farmaci prescritti se disponibili.
     
  11. Se vado in una farmacia fuori provincia posso ritirare i farmaci con il promemoria?
    No il promemoria al momento è valido solo nelle farmacie convenzionate con la PAT per il ritiro dei farmaci senza oneri per il cittadino. Se il promemoria è timbrato e firmato dal prescrittore può essere utilizzato anche fuori provincia però pagando interamente i farmaci. E’ probabile che, attraverso uno specifico decreto del Ministero della Salute, nel corso del 2014 la ricetta farmaceutica possa avere validità, anche come promemoria, su tutto il territorio nazionale.
     
  12. Quali sono le farmacie abilitate ad erogare i farmaci sulla base del promemoria?
    Tutte la farmacie convenzionate in PAT (152), più le 5 farmacie di confine
     
  13. Che validità ha il promemoria?
    Il promemoria ha la stessa validità della ricetta rossa: 1 mese
     
  14. Il farmacista deve restituirmi il promemoria assieme ai farmaci?
    No il farmacista se eroga i farmaci trattiene il promemoria
     
  15. Se il sistema non funziona posso avere i farmaci prescritti?
    Se ho il promemoria la farmacie può erogare i farmaci anche se il sistema non funziona
     
  16. Il promemoria lo possono fare anche i medici ospedalieri e/o specialisti?
    Si tutti i medici prescrittori della PAT sono abilitati a fare il promemoria.
     
  17. Il personale di studio del medico può fare il promemoria?
    Il personale di studio (segretaria, infermiera) del medico di medicina generale può essere abilitato ad inserire i dati di prescrizione nel proprio sistema informatico, ma solo il medico di medicina generale può validarli e produrre il promemoria.
     
  18. Il promemoria può essere fatto esclusivamente dal proprio medico curante?
    No può essere fatto da qualsiasi proscrittore abilitato che utilizza sistemi informatici adeguati
     

Tessera

  1. Con la mia tessera posso ritirare i farmaci dei miei figli/genitori?
    No la lettura della tessera identifica il l’assistito iscritto sulla stessa, a cui sono state prescritte delle ricette farmaceutiche.
     
  2. Posso ritirare i farmaci a nome di altri soggetti?
    Si se posso esibire al farmacista la tessera dell’assistito interessato
     
  3. Se la tessera è scaduta cosa succede?
    La scadenza della tessera non inibisce il sistema di ricerca ed erogazione dei farmaci
     
  4. Se ho abilitato la tessera per i servizi provinciali, devo inserire il pincode in farmacia?
    No non è richiesto di inserire il pincode della tessera
     
  5. Devo utilizzare la tessera verde PAT oppure quella azzurra (TEAM)?
    E’ indifferente; tecnicamente le due tessere sono equivalenti come contenuti del bar-code e della pista magnetica
     
  6. Se ho più ricette posso scegliere solamente che alcune vengano erogate?
    Il farmacista vede tutte le ricette pendenti e l’assistito può specificare quali evadere.
     
  7. Il farmacista quali ricette può vedere interrogando i sistemi?
    Può vedere tutte le ricette ancora non evase e ancora valide (max 30 gg dalla data di prescrizione)
     
  8. Se il sistema non funziona posso avere i farmaci prescritti?
    Con la sola tessera sanitaria non è possibile ottenere i farmaci se il sistema non funziona
     
  9. Posso avere una notifica della avvenuta prescrizione?
    Gi utenti iscritti a TREC dispongono di una specifica funzionalità di notifica via mail della disponibilità delle impegnative digitali.

 

E' possibile consultare i turni delle farmacia sul sito web:

Ordine dei Farmacisti della Provincia di Trento

E' possibile esprimere il proprio consenso nella sezione Privacy

Servizi video: