Indietro

Vaccinazioni e frequenza scolastica. Legge 119/2017

Vaccinazioni e frequenza scolastica. Legge 119/2017

La Legge 31 luglio 2017, n. 119 prevede le seguenti 10 vaccinazioni obbligatorie per i minori di età compresa tra zero e sedici anni e per i minori stranieri non accompagnati. L’obiettivo è contrastare il progressivo calo delle vaccinazioni degli ultimi anni e il ritorno di malattie debellate (es. polio, difterite, tetano) e l’insorgenza di epidemie, come quella attualmente in corso in Italia (più di 4000 casi di morbillo con 3 decessi nel 2017).

I vaccini obbligatori sono i seguenti:

1. poliomielite;

2. difterite;

3. tetano;

4. epatite B;

5. pertosse;

6. Hib (Haemophilus influenzae tipo B);

7. morbillo;

8. rosolia;

9. parotite;

10. varicella (solo per i nati dal 01/01/2017: obbligatoria da aprile 2018 al 15° mese).

Le cosa da fare per i genitori possono essere suddivise per :

bambini che frequentano il sistema dei servizi socio-educativi per la prima infanzia

Per i bambini che frequentano i nidi d'infanzia, i nidi d'infanzia nei luoghi di lavoro, i nidi familiari - servizio Tagesmutter, i servizi integrativi al nido, le vaccinazioni obbligatorie sopracitate rappresentano requisito per l’accesso.

L'Azienda sanitaria invierà per posta l'attestato di conformità o non conformità alle disposizioni previste dalla legge.

Se il bambino risulta conforme il genitore deve consegnare entro lunedì 11 settembre l'attestato ricevuto per posta ai servizi di prima infanzia

Se non conforme, per garantire comunque la frequenza del bambino in attesa della regolarizzazione dello stato vaccinale, basta collegarsi al sito www.apss.tn.it e cliccare a destra su “cup on line”, indicando come prestazione “vaccinazioni”, seguire le informazioni fornite e al termine stampare l’attestato (che riporterà la dicitura “richiesta vaccinazioni o adeguamento dello stato vaccinale”) e consegnarlo ai Servizi scolastici entro lunedì 11 settembre 2017.

IMPORTANTE! Per i nati dal 18 luglio 2016 al 24 agosto 2016, in caso di attestato NON CONFORME è necessario procedere ad una nuova verifica in TreC o Fast TreC poichè è stato effettuato un aggiornamento da parte dell'Azienda sanitaria in data 24 agosto 2017 riguardante lo stato vaccinale dei bambini ricompresi in questa fascia d'età.

Dopo questo contatto il bambino verrà invitato, nei mesi successivi, ad un appuntamento per l’effettuazione delle vaccinazioni mancanti o l’ adeguamento dello stato vaccinale. In quell’occasione saranno fornite le informazioni di carattere sanitario richieste anche relative all’esonero o differimento delle vaccinazioni.

 

bambini che frequentano scuole d’infanzia

Per i bambini che frequentano scuole d’infanzia, le vaccinazioni obbligatorie sopracitate rappresentano requisito per l’accesso.

L'Azienda sanitaria invierà per posta solo l'attestato di non conformità alle disposizioni previste dalla legge.

Se il bambino risulta conforme il genitore non deve fare nulla, in quanto il dato di conformità è visibile anche alle scuole d’infanzia.

Se non conforme, per garantire comunque la frequenza del bambino in attesa della regolarizzazione dello stato vaccinale, basta collegarsi al sito www.apss.tn.it e cliccare a destra su “cup on line”, indicando come prestazione “vaccinazioni”, seguire le informazioni fornite e al termine stampare l’attestato (che riporterà la dicitura “richiesta vaccinazioni o adeguamento dello stato vaccinale”); la scuola ha in automatico il nulla osta e quindi il genitore non deve fare nulla.

Dopo questo contatto il bambino verrà invitato, nei mesi successivi, ad un appuntamento per l’effettuazione delle vaccinazioni mancanti o l’ adeguamento dello stato vaccinale. In quell’occasione saranno fornite le informazioni di carattere sanitario richieste anche relative all’esonero o differimento delle vaccinazioni.

Alunni dai 6 ai 16 anni che frequentano la scuola dell’obbligo

Per gli alunni dai 6 ai 16 anni che frequentano la scuola dell’ obbligo (da scuola elementare in poi), le vaccinazioni obbligatorie sopracitate non costituiscono requisito per l’accesso e pertanto gli alunni possono accedere comunque a scuola e fare gli esami, ma in caso non siano stati rispettati gli obblighi, viene attivato dall’ Azienda sanitaria un percorso di recupero della vaccinazione ed è possibile incorrere in sanzioni amministrative da 100 a 500 euro.

La Legge stabilisce che i Dirigenti scolastici sono tenuti a richiedere ai genitori la presentazione di idonea documentazione comprovante l’effettuazione delle vaccinazioni previste dalla Legge o l’ esonero, l’ omissione o il differimento delle stesse o la presentazione di formale richiesta di vaccinazione o di adeguamento dello stato vaccinale all’ Azienda Sanitaria.

In provincia di Trento, tramite il collegamento dei Sistemi informativi dell’ APSS e della Scuola, il Dirigente scolastico ha la visualizzazione dello stato vaccinale degli iscritti ( “conforme o “non conforme”) e anche dell’ avvenuto contatto con l’ APSS.

Le istituzioni scolastiche e formative controlleranno se i minori sono conformi o non conformi agli obblighi vaccinali e in caso di non conformità avviseranno gli interessati.

Se non conformi, per la regolarizzazione dello stato vaccinale, basta collegarsi entro il 31 ottobre 2017 al sito www.apss.tn.it e cliccare a destra su “cup on line”, indicando come prestazione “vaccinazioni” e seguire le informazioni fornite. Questo contatto sarà visibile agli istituti scolastici e quindi non serve fare null’altro.

Dopo questo contatto l’ alunno verrà invitato, nei mesi successivi, ad un appuntamento per l’effettuazione delle vaccinazioni mancanti o l’ adeguamento dello stato vaccinale, da fare entro l’anno scolastico 2017/18. In quell’occasione saranno fornite le informazioni di carattere sanitario richieste anche relative all’esonero o differimento delle vaccinazioni.

Se conformi non occorre fare nulla.

Ulteriori informazioni utili

Lattestato di conformità all’obbligo vaccinale è stampabile anche da Trec/FastTrec

La documentazione relativa allo stato di conformità rispetto all’obbligo vaccinale è disponibile su TreC/FastTreC, la cartella clinica del cittadino a partire dal 21 agosto 2017 e presso il Servizio vaccinale territorialmente competente.

FastTreC: https://trec.trentinosalute.net/fast-trec. Accesso semplificato con codice fiscale e codice tessera sanitaria (non è necessario lettore di smart card)

TreC: https://trec.trentinosalute.net

Come richiedere l’adeguamento della stato vaccinale

CUP-on line https://cup.apss.tn.it/. Accesso con codice fiscale e codice tessera sanitaria, digitare come prestazione richiesta la parola "vaccinazioni".

Servizi Vaccinali o sportelli CUP dell’Azienda provinciale per i Servizi sanitari

Per informazioni

ProntoSanità – Vaccinazioni: 848 806806, dal lunedì al venerdì 8.30-15.30, questo numero non dà informazioni di carattere sanitario

Email: vaccini@apss.tn.it