Comitato unico di garanzia - CUG

Il 25 febbraio 2014 è stato nominato il Comitato unico di garanzia di APSS, istituito nel 2013. Il Comitato unico di garanzia per le pari opportunità, la valorizzazione del benessere di chi lavora e contro le discriminazioni (CUG), è stato istituito, a livello nazionale, dall’articolo 21 della legge 4 novembre 2010, n. 183, in sostituzione dei comitati per le pari opportunità e dei comitati paritetici sul fenomeno del mobbing, previsti dalla contrattazione collettiva, unificando le competenze e le funzioni degli stessi in un solo organismo.

La Provincia autonoma di Trento ha poi disciplinato autonomamente il CUG, nell’ambito della legge provinciale 18 giugno 2012, n. 13, «Promozione della parità di trattamento e della cultura delle pari opportunità tra donne e uomini», in modo del tutto analogo a quello nazionale.

Compito del CUG è promuovere un ambiente di lavoro caratterizzato dal rispetto del principio di pari opportunità e di contrastare qualsiasi forma di discriminazione e di violenza morale o psichica sulle lavoratrici e sui lavoratori. A tal fine il CUG ha compiti propositivi, consultivi e di verifica all'interno dell'amministrazione. Il CUG è unico ed esplica le proprie attività nei confronti di tutto il personale, sia dell’area dirigenziale sia del comparto. La sua composizione è paritetica, con componenti designati dalle organizzazioni sindacali maggiormente rappresentative a livello di amministrazione e con un pari numero di rappresentanti dell'amministrazione. La presidenza è attribuita ad uno dei componenti designati dall'amministrazione.

L’Azienda aveva aperto un interpello a tutto il personale nel febbraio 2013 per individuare i propri rappresentanti nel nuovo comitato e, tra questi, la persona cui affidare il ruolo di presidenza. Contestualmente aveva richiesto alle organizzazioni sindacali di procedere alle proprie nomine. Sulla base delle candidature pervenute e tenuto conto della necessità di rappresentare le diverse professionalità operanti in APSS e tutte le sedi territoriali, sono state individuate le persone indicate in tabella. La presidenza è stata assegnata alla dottoressa Franca Chierichetti, direttore medico dell’Unità operativa medicina nucleare dell’ospedale di Trento.