Indietro

Screening del tumore del colon-retto

Screening del tumore del colon-retto

Colon-retto

Aderire a questo programma è molto importante; quanto prima è diagnosticata la malattia, tanto maggiori sono le possibilità di guarigione.

La comparsa di sangue nelle feci, non visibile a occhio nudo, è l’unico segno precoce della malattia. Per scoprirlo si effettua il test per la ricerca del sangue occulto che consiste nel prelevare una piccola quantità di feci, inserirla in un apposito contenitore (kit) distribuito presso i punti prelievo dall’Azienda Provinciale per i Servizi Sanitaria e in tutte le farmacie del territorio provinciale.

 Il kit dev’essere poi riconsegnato in uno dei punti prelievo dell’azienda sanitaria per l’analisi.

Il test si effettua a casa propria senza bisogno di seguire una dieta particolare. Per garantire una diagnosi efficace, l’esame va ripetuto ogni 2 anni.

Nella maggioranza dei casi il test del sangue occulto risulta negativo, cioè non si riscontra la presenza di sangue nelle feci.

In questo caso la risposta sarà inviata dall'APSS direttamente al domicilio dell'utente o tramite la piattaforma TreC. Nel caso di presenza di sangue nelle feci la persona interessata viene contattata telefonicamente per concordare l’esame di approfondimento (Colonscopia).

Per informazioni telefonare al numero verde 800243625 dal lunedì al venerdì dalle 10.00 alle 12.00.

E' possibile comunicare con il Coordinamento screening anche tramite l'indirizzo di posta elettronica: screening@apss.tn.it

 

  • Tutti gli abitanti della provincia di Trento iscritti al servizio sanitario provinciale, di età compresa tra i 50 e i 69 anni, riceveranno una lettera per ritirare gratuitamente nelle farmacie o nei punti prelievo pubblici il contenitore per eseguire il test.
Ultimo aggiornamento: 16 mag 2017