Indietro

Servizio Politiche del farmaco e assistenza farmaceutica

Servizio Politiche del farmaco e assistenza farmaceutica

Direttore: Riccardo Roni

Indirizzo:
via Degasperi 79 - 38123 - Trento

Telefono:

  • +39 0461 904102
  • +39 0461 904945-44-43-48 settore farmaceutico territoriale

Fax:

  • +39 0461 902912

Email:

PEC:

I compiti specifici del Servizio Politiche del farmaco e assistenza farmaceutica sono definiti dal Regolamento aziendale vigente (art. 67)

Predispone i provvedimenti amministrativi concernenti l’apertura ed esercizio delle farmacie, l’espletamento del servizio farmaceutico e l’autorizzazione dei distributori all’ingrosso di medicinali per uso umano. I provvedimenti sono assicurati entro 15 giorni dalla conclusione dell’istruttoria.

Vigila sulle farmacie e sui distributori di medicinali per uso umano, anche attraverso l’attività ispettiva:

  • la vigilanza sulle farmacie è espletata con adozione di uno specifico verbale di ispezione, predisposto in collaborazione con l’Ordine dei farmacisti;
  • l’attività ispettiva rappresenta inoltre un’occasione di confronto e di formazione per i farmacisti che partecipano alla Commissione; con il supporto del Servizio formazione, sono programmati e svolti corsi di aggiornamento per i farmacisti ispettori;
  • annualmente sono ispezionate 1/3 delle farmacie e 1/5 dei distributori all’ingrosso che insistono in provincia.

Regolamenta l’erogazione dell’assistenza farmaceutica territoriale ed ospedaliera a carico del Servizio sanitario nazionale e provinciale in un ottica di efficacia, efficienza ed economicità delle prestazioni, assicurando, nei casi previsti, la continuità ospedale – territorio. In particolare esplica le seguenti funzioni:

  • aggiornamento e trasmissione a tutti gli operatori interessati dell’elenco dei medicinali non coperti da brevetto, implementazione della prescrizione e dispensazione dei medicinali equivalenti, anche tramite campagne di sensibilizzazione della cittadinanza;
  • definizione delle modalità organizzative e gestione della distribuzione dei medicinali del PHT (prontuario della distribuzione diretta) di proprietà dell’Azienda sanitaria, tramite le farmacie territoriali;
  • emanazione di direttive, attività di supporto e coordinamento dell’erogazione diretta, da parte delle farmacie ospedaliere, di medicinali in dimissione o dopo visita specialistica;
  • definizione delle modalità per la concessione a carico del SSP di medicinali altrimenti non concedibili per soggetti affetti da gravi patologie, con particolare riguardo alla individuazione di percorsi semplificati per il cittadino; espletamento delle fasi istruttorie, con consultazione della letteratura accreditata, e partecipazione alle riunioni mensili della Commissione di valutazione.

Monitora l’andamento della spesa farmaceutica sul territorio provinciale, attuando direttamente, o in collaborazione con i Distretti o altre strutture competenti, ogni iniziativa atta correggere comportamenti prescrittivi non appropriati. Allo scopo provvede alla:

  • trasmissione ai MMG e PLS e ai Distretti sanitari di report trimestrali dell’attività prescrittiva, indirizzati rispettivamente alla verifica del proprio profilo prescrittivo e ai controlli di competenza della APSS;
  • realizzazione di progetti mirati ad implementare la qualità delle prescrizioni, attraverso l’individuazione di indicatori di qualità, condivisi con i MMG e i PLS, e verifica dei risultati;
  • definizione ed attivazione di protocolli relativi a terapie che implicano consumi significativi di farmaci a livello territoriale o ospedaliero.

Effettua analisi farmacoeconomiche, in particolare per la valutazione dell’impatto di nuovi farmaci sulla prescrizione.

Partecipa a Commissioni/Gruppi tecnici che valutano, secondo l’Evidence Based Medicine (EBM) e l’Health Technology Assessment (HTA), l’introduzione a livello aziendale di nuovi farmaci (Commissione terapeutica aziendale) o di dispositivi medici (Gruppo dispositivi medici).

Partecipa al Tavolo Farmaceutico Malattie Rare - Area Vasta

Svolge ruolo di consulente di tutta l’area medica ospedaliera e territoriale contribuendo a fornire le risposte più opportune circa le scelte da attuare in materia di concedibilità di farmaci e di erogazione dell’assistenza farmaceutica.

Partecipa alla definizione dei capitolati per l’acquisto di farmaci e dispositivi medici, con un ruolo di supporto alla Direzione Approvvigionamenti, Servizi generali e Tecnici.

Regolamenta l’erogazione dell’assistenza sanitaria integrativa ed aggiuntiva prevista da disposizioni nazionali e provinciali in un ottica di efficacia efficienza ed economicità delle prestazioni:

  • stipula, in collaborazione con la Direzione approvvigionamenti, Servizi generali e tecnici, di convenzioni per l’erogazione delle prestazioni integrative ed aggiuntive attraverso le farmacie convenzionate;
  • aggiorna semestralmente l’elenco dei prodotti per diabetici, dei dietetici e del materiale di medicazione, in base alle richieste delle strutture aziendali o della Associazioni di malati;
  • aggiorna annualmente il Prontuario galenico della APSS, tramite ricognizione annuale delle patologie carenti di terapia;
  • definisce le modalità per assicurare la fornitura dei presidi del Nomenclatore tariffario, la nutrizione artificiale e, in collaborazione con la U.O. di Fisiopatologia respiratoria, l’ossigenoterapia a lungo termine.

Definisce le modalità organizzative per assicurare la fornitura diretta di farmaci e prodotti sanitari alla RSA provinciali:

  • calcolo e invio del budget annuale per singola RSA e, con il supporto del Servizio logistica, invio alla RSA e ai Distretti dei report trimestrarli di consumo e spesa a fini di monitoraggio;
  • predisposizione ed aggiornamento semestrale del Prontuario e Repertorio delle RSA ed emanazioni di linee guida specifiche da adottare presso le strutture.

Espleta l’attività di farmacovigilanza, sia sotto il profilo organizzativo che operativo, con raccolta e immissione nella rete ministeriale delle segnalazioni e restituzione delle informazioni (feedback) ai segnalatori; in particolare provvede alla:

  • trasmissione ai MMG e ai PLS di un bollettino trimestrale di farmacovigilanza, elaborato dal GIF (gruppo interregionale di farmacovigilanza) al quale aderisce la provincia di Trento;
  • redazione di una rubrica di farmacovigilanza sulla rivista farm@.tn, pubblicata dal Servizio farmaceutico in collaborazione con le farmacie ospedaliere e i referenti dell’area medica;
  • realizzazione di progetti ministeriali di farmacovigilanza attiva o sostegno e collaborazione in progetti avviati da società scientifiche o enti di ricerca.

Coordina la rete della dispositivo-vigilanza.

Partecipa alla formazione ECM delle varie figure sanitarie (medici, infermieri, farmacisti) attraverso attività di docenza, mirata in particolare all'appropriatezza prescrittiva dei farmaci e alla farmacovigilanza.

Svolge attività di informazione sui farmaci alla cittadinanza, attraverso la realizzazione di iniziative o campagne informative.

Regolamenta l'informazione sul farmaco presso le strutture dell'Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari ed i soggetti convenzionati. In particolare il Direttore del servizio farmaceutico riceve gli Informatori Scientifici sul farmaco il Venerdì mattina previo appuntamento presso la segreteria del servizio.

Svolge il ruolo di segreteria tecnico scientifica del Comitato Etico:

  • riceve e registra le domande;
  • rende disponibile ai componenti del Comitato etico la documentazione scientifica accreditata nella letteratura internazionale;
  • predispone il verbale della riunione e trasmette le decisioni del Comitato etico a tutti i soggetti previsti dalla normativa;
  • aggiorna il registro delle sperimentazioni cliniche e provvede ad inviare i dati all'AIFA;
  • fornisce supporto tecnico per la valutazione delle reazioni avverse serie ed inattese nonchè degli eventi avversi nell'ambito delle sperimentazioni;
  • informa l'AIFA dell'avvenuta autorizzazione alla sperimentazione;
  • conserva nei termini di legge tutta la documentazione inerente gli studi sottoposti a parere.

Aggiorna le direttive riguardanti le sperimentazioni cliniche con medicinali e con dispositivi medici, assicurando l’adesione alla normativa vigente, in particolare:

  • è presente nel Comitato etico;
  • predispone l’istruttoria per l’adozione dei provvedimenti autorizzativi degli studi:
  • si occupa della tenuta ed aggiornamento semestrale del registro dei MMG e PLS sperimentatori;
  • svolge il ruolo di referente locale nella conduzione di progetti di ricerca no profit in medicina generale, avviati sia dall’AIFA che da altri enti indipendenti.

Svolge attività di informazione sui farmaci presso la classe medica, allo scopo di favorire l’uso appropriato dei medicinali e ottimizzare le risorse impiegate, allo scopo:

  • ha avviato e coordina un progetto di informazione indipendente sul farmaco, con invio ai medici dipendenti e convenzionati del bollettino “Informazioni sui farmaci” e della rivista trimestrale farm@.tn, redatta dallo stesso in collaborazione con le farmacie ospedaliere e i referenti dell’area medica
  • diffonde note informative o raccomandazioni sull’efficacia e sicurezza di nuovi farmaci, anche in relazione alle promesse promozionali del produttore.
Ultimo aggiornamento: 27 apr 2020