Amministrazione trasparente

 

l D.lgs. 14 marzo 2013 n. 33 (Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni) dispone che le amministrazioni pubbliche diano attuazione al principio generale di trasparenza inteso quale accessibilità totale delle informazioni concernenti la loro organizzazione e attività, allo scopo di favorire forme diffuse di controllo sul perseguimento delle funzioni istituzionali e sull'utilizzo delle risorse pubbliche. La trasparenza, nel rispetto delle disposizioni in materia di segreto di Stato, di segreto d'ufficio, di segreto statistico e di protezione dei dati personali, concorre ad attuare il principio democratico e i principi costituzionali di eguaglianza, di imparzialità, buon andamento, responsabilità, efficacia ed efficienza nell'utilizzo di risorse pubbliche, integrità e lealtà nel servizio alla nazione. Essa è condizione di garanzia delle libertà individuali e collettive, nonchè dei diritti civili, politici e sociali, integra il diritto ad una buona amministrazione e concorre alla realizzazione di una amministrazione aperta, al servizio del cittadino. La "trasparenza" così declinata rientra nei livelli essenziali delle prestazioni erogate dalle amministrazioni pubbliche ai sensi dell'art. 117, c. 2, lettera m) della Costituzione e costituisce, inoltre, uno strumento di prevenzione e di contrasto della corruzione (D.lgs. n. 33/2013, art. 1).

La Provincia autonoma di Trento, comprese le sue agenzie e i suoi enti strumentali pubblici e privati, con riferimento agli ambiti di materia non specificatamente disciplinati dalla Legge provinciale 30 maggio 2014 n. 4 (Legge provinciale sulla trasparenza) e dalle altre leggi provinciali, adempiono agli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione dei dati, dei documenti e delle informazioni individuati dal decreto legislativo 14 marzo 2013, n. 33, compatibilmente con quanto previsto dall'ordinamento provinciale.

La Provincia autonoma di Trento, con propria deliberazione n. 1757 di data 20 ottobre 2014, ha approvato il Piano per la definizione dei tempi e delle modalità di attuazione della legge provinciale 30 maggio 2014, n.  4,  e le direttive agli enti strumentali pubblici e privati di cui all'articolo 33 della legge provinciale n. 3 del 2006.

Il Responsabile della Trasparenza dell’Azienda provinciale per i Servizi Sanitari di Trento è ARMANDO TONIOLATTI, nominato con deliberazione del Direttore Generale n. 249 del 20 maggio 2013.

L’accesso civico, previsto dall’art. 5 del D.Lvo n. 33/2013 , può essere pertanto esercitato rivolgendosi al Responsabile della Trasparenza ai seguenti recapiti:

Il contenuto dell’accesso civico è dettagliato nella sottosezione "altri contenuti-accesso civico"