Parafarmacie

Parafarmacie

Dal 2006 la normativa (D.L. 248/2006, art. 5 e decreti successivi) consente agli esercizi commerciali (vicinato, medie strutture, grandi strutture) la possibilità di vendere medicinali di automedicazione (OTC) e medicinali non soggetti a prescrizione medica (SOP), compresi medicinali omeopatici,  medicinali per uso veterinario e preparazioni galeniche officinali di libera vendita. Dal 2012 le “parafarmacie” possono inoltre vendere medicinali per uso veterinario subordinati a prescrizione medica veterinaria.  

Per svolgere tale attività, ogni esercizio commerciale deve ottenere dal Ministero della Salute un codice identificativo univoco, necessario per tracciare la movimentazione dei farmaci all’interno della Banca Dati ministeriale. Il titolare deve inoltre garantire la presenza di un farmacista per tutto l’orario di apertura dell’esercizio e disporre di uno spazio dedicato per la conservazione/vendita dei medicinali. Nel “spazio”, che può assumere forme diverse in base al tipo di esercizio commerciale (es. corner nella grande distribuzione), i farmaci di automedicazione possono essere prelevati direttamente dal paziente, mentre non lo sono i farmaci che richiedono il consiglio del farmacista o la ricetta medico veterinaria.

L’attività di vendita dei medicinali non è soggetta ad autorizzazione sanitaria, ma alla sola notifica agli organi istituzionali (Ministero Salute, Provincia di Trento, Azienda provinciale per i servizi sanitari (APSS), Comune, Ordine dei farmacisti) con le modalità previste nelle Linee guida approvate dalla Giunta Provinciale n. 1125 del 07.07.2014 (allegato 1). L’APSS – Servizio Farmaceutico è la struttura incaricata della sorveglianza sull’attività di vendita e a fornire tutte le informazioni per la corretta gestione dei medicinali.

Le farmacie, così come gli esercizi commerciali cosiddetti "parafarmacie", possono effettuare la vendita on line di farmaci senza obbligo di prescrizione medica. Tale attività deve essere preventivamente autorizzata dall'Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari - Servizio Politiche del Farmaco. La vendita on line di farmaci con obbligo di prescrizione è invece vietata. (Vedi procedure nella Sezione "Documenti" del banner "Farmacie").

In questa sezione, chi intende avviare l’attività e/o esercitarla nel rispetto delle norme trova:

  1. Linee guida per la vendita di medicinali nelle “parafarmacie”
  2. Fac simile comunicazione avvio attività da trasmettere ad APSS
  3. Fac simile modulistica da allegare alla comunicazione (descrizione reparto e modalità conservazione medicinali)
  4. Fac simile autocertificazione iscrizione Ordine professionale
  5. Fac simile aggiornamento organico farmacisti
  6. Verbale di ispezione “parafarmacie” utile per autoispezioni