Servizio per le Professioni Sanitarie

Servizio per le Professioni Sanitarie

Indirizzo:
via Degasperi 77 - 38123 - Trento

Telefono:

  • +39 0461 904440

Email:

PEC:

Secondo il Regolamento aziendale, al Servizio Professioni sanitarie è affidato la pianificazione e l’allocazione delle risorse umane, la gestione degli obiettivi individuali e degli istituti contrattuali, la valutazione del personale e dei percorsi formativi del personale sanitario non dirigenziale, tenuto conto delle esigenze organizzative complessive delle strutture coinvolte. Il personale è gestito dai singoli coordinatori delle professioni sanitarie. I coordinatori sono gestiti dal Direttore del Servizio Professioni sanitarie attraverso i livelli intermedi (Dirigenti di struttura semplice/ Posizioni organizzative).

Al Servizio Professioni sanitarie nelle sue articolazioni spettano le seguenti funzioni, raggruppate in tre direttrici: la gestione dei professionisti, il governo e la revisione dei processi di diagnosi e assistenziali, il supporto ai processi tecnico-logistici.

La gestione dei professionisti

• la gestione unitaria del personale dell’area infermieristica/ostetrica e del personale di supporto all’interno di ogni singolo presidio ospedaliero. Il personale dell’ Area Tecnico Sanitaria e di Trentino Emergenza viene gestito trasversalmente;

Il governo e la revisione dei processi assistenziali

• il governo dei processi assistenziali che coinvolgono trasversalmente l’Area o più Aree, ovvero:

- l’applicazione di modelli organizzativi e assistenziali contestualizzati nell’Area o in più Aree (ad esempio: stesura e applicazione di nuovi protocolli per la gestione omogenea del triage nei Pronti soccorsi, con il coinvolgimenti quindi delle Aree Emergenza e di Medicina);

- la revisione di procedure interne all’Area o contestualizzazione nell’Area di procedure aziendali;

- la standardizzazione di processi all’interno dell’Area.

Il supporto ai processi tecnico-logistici

• il supporto ai processi “non core” (gestione ordinativi, sorveglianza appalti, inventario, diete, piccole manutenzioni …).

La struttura organizzativa del Servizio comprende coordinatori e livelli intermedi e garantisce una catena decisionale corta nell’operatività, una referenza continua per i coordinatori, un’integrazione tra i livelli dell’organizzazione evitando frammentazione e divergenza nelle risposte.

La strutturazione interna del Servizio Professioni sanitarie e delle Professioni Tecnico Sanitarie prevede un’articolazione per la gestione del personale (struttura complessa, strutture semplici e PO gestionali presenti nei singoli presidi ospedalieri) nonché altri ruoli di coordinamento e integrazione all’interno delle Aree, su processi trasversali, che forniscono supporto al Direttore di Area, ai Direttori di UO e ai coordinatori (in ogni Area, una o più PO professionali per il governo dei processi ad elevato fabbisogno di trasversalità, di certificazione di competenze avanzate, di innovazione e valutazione della performance).

Il Servizio Professioni sanitarie e quello delle Professioni Tecnico Sanitarie dipendono gerarchicamente dal Direttore del SOP ed è collegato funzionalmente con le direzioni mediche e le direzioni di Area attraverso le varie articolazioni, di presidio locale e/o funzionale di Area.

In ciascun Presidio Ospedaliero è presente un Servizio per le Professioni Sanitarie (composto da una o più PO gestionali in relazione alla complessità organizzativa) che collabora con la DMO nei processi di governo della sede. Nella gestione delle risorse umane la PO assegnata al presidio ospedaliero lavora in integrazione con i Direttori di UO, la direzione medica, la direzione di Area. L’assegnazione degli obiettivi individuali e la valutazione annuale dei professionisti delle professioni sanitarie si basa sulle schede di budget e sullo sviluppo delle competenze. In particolare, gli obiettivi ai coordinatori sono assegnati dalle PO delle professioni sanitarie, in condivisione con il Direttore di UO, utilizzando come fonte la scheda di budget dell’UO. Anche la valutazione degli obiettivi e delle prestazioni annuali dei coordinatori è svolta dalla stessa PO delle professioni sanitarie, in condivisione con il direttore di UO.

Ultimo aggiornamento: 20 dic 2019